Blog

The National Wedding Show, Birmingham

Chi si ferma è perduto.
Così, per ampliare il mio sguardo ed essere sempre aggiornata, ho preso un aereo e sono volata oltremanica, in Inghilterra, a Birmingham, per il National Wedding Show, 3 giorni di fiera (dal 30 settembre al 2 ottobre) con un approccio diretto e innovativo sul mondo delle nozze.

Patricia Lynch wedding planner

Questo salone, dedicato ai futuri sposi e a chi, come me, si occupa professionalmente dell’organizzazione del giorno del sì, offre la possibilità di visitare ogni anno numerosi stand di abiti da sposa, di agenzie di catering, di make up e acconciatura, di photobooth divertenti, di dettagli che vanno ad impreziosire la scenografia del matrimonio, quali la giusta grafica per le partecipazioni, i tableau mariages, il flower design, con tavole imbandite arricchite da candelabri, cascate di fiori, tripudi di candele.

Love detail

cake design1

cake design2

flower design

wedding table

Un ambiente molto caotico, ma una manifestazione molto interessante.
Ad ogni stand tante informazioni e tante novità.
Numerosi gli spazi dedicati agli abiti da sposa. E qui la particolarità: durante i tre giorni le future spose hanno avuto la possibilità di provare e comprare gli abiti a prezzi scontati. A invogliare l’acquisto, l’opportunità di una prova “trucco e acconciatura”.

hairstylist

A cadenzare il National Wedding Show le sfilate proposte ogni giorno, a ogni mezz’ora. Assolutamente non noiose, questi momenti erano arricchiti da danze eseguite da sposi ballerini.

wedding dress

sfilata

sfilata uomini

Immancabile, infine, la zona vip, dove le future spose hanno potuto brindare con un bicchiere di bollicine, ricevere una gift bag, una preziosa borsa di regali e cosmetici, e fare una prova acconciatura e trucco con Revlon, uno dei main sponsor dell’evento.

vip pass

gift bag

Arricchita da questa esperienza dal profumo internazionale, torno a casa con nuove idee e nuove proposte per i miei sposi!
A presto, amiche mie!

Photo by Patricia Lynch and Chiara Biasolo

This Post Has 0 Comments

Leave A Reply