Blog

L’abito da sposa..un sogno che deve emozionare

Buongiorno Amiche mie!

E’ arrivato l’autunno, il freddolino che ben ti fa stare sotto il tepore delle coperte e che ti fa alzare sempre con gran fatica! Eh già..Questi sono giorni relativamente calmi..lavoro ad un progettino, bè non proprio ad un progett-ino per lo più ad un Progetto con la P maiuscola! ..ma non posso dirvi ancora nulla!..oltre a questo comincio a preparare il materiale per il Seminario del 20 Novembre e finisco di scrivere un articolo per un interessante rivista che uscirà tra un mesetto ;)

..ma torniamo a voi future sposine! Siamo in pieno periodo per la scelta dell’abito, tante di voi staranno sfogliando riviste, pagine patinate alla ricerca del modello che più rispecchia i vostri gusti… Sabato scorso sono andata a Milano alla fiera For Wedding per vedere e toccare con mano i principali abiti di alcune collezioni sposa..che meraviglia! Amiche mie.. il mondo degli abiti da sposa è un mondo così affascinante fatto di tulle, sete, pizzi e luccichìi da far girare la testa! Ce ne sono per tutti i gusti veramente.

Le tendenze di quest’anno si rifanno all’autentico romanticismo..vedono linee pulite, volumi leggeri, bustier lavorati con punti luce su trasparenze, gonne ampie di tulle, organza, taffetà..scollature che lasciano scoperte le spalle, abiti monospalla, i colori? Rimane l’eterno bianco ed emerge il cipria.

Spesso si parte con l’idea di un modello, ma vi dò  un piccolo consiglio: capita frequentemente che l’abito che andrete a scegliere non sia quello pensato, quindi provatene finché non troverete quello che vi fa sentire il brivido, che vi farà emozionare. . Fatevi consigliare sì da parenti o amiche ma non troppo, cercate di sentire il vostro cuore, le vostre sensazioni ed emozioni guardandovi allo specchio.

L’abito è un sogno che deve emozionare.. e di emozioni se ne provano moltissime..bisogna trovare però quella giusta ;)

Passiamo ora alle cose pratiche..chiedete mi raccomando dove vengono prodotti gli abiti perché spesso arrivano da lavorazioni dell’Est..diamo invece il giusto valore ad aziende che prediligono la lavorazione totalmente made in Italy, dove ogni singolo dettaglio viene curato dalla sapienza di mani esperte dell’alta sartoria italiana. La nostra storia in campo di moda e sartoria insegna a tanti..è vero che un abito italiano può costare forse qualcosa in più, ma questo vuol dire qualità dei tessuti ed eccellenza nella lavorazione..Lode a parte per il mio Paese, ci sono anche buone aziende spagnole, inglesi e americane, ma fate attenzione e chiedete sempre se gli abiti vengono prodotti nel Paese di origine!

..Qualche foto per voi di abiti lunghi –  Collezioni 2012 (in ordine Tony Ward (prime due foto), Azzura Collezione,Vera Wang,Tony Ward, RS Couture, Pronovias, Jenny Packham, Atelier Animèe Montenapoleone, Le spose di Giò, Fiò Couture).

Quest’anno viene data anche importanza all’abito corto, normalmente utilizzato per le cerimonie civili trova nel 2012 un gran consenso anche per le cerimonie religiose. Qualche foto (in ordine Raimond Bundo, Tony Ward, le Spose di Giò, Gianbattista Valli HC, Errico Maria, Peter Langner, Ego Spose).

A presto! :)

This Post Has 0 Comments

Leave A Reply